Divieto di pubblicità al gioco d'azzardo

29
Visite
1
reply
Ultimo messaggio fatto 20 giorni fa fa da Casinista932
Casinista932
  • Iniziato da
  • Casinista932
  • Italy Hero Member 848
  • attività più recente 7 giorni fa

I lettori di questo argomento di discussione hanno anche letto:

  • Ciao, Apro una nuova discussione su un argomento che dovrebbe stimolare più di qualche riflessione: i social casinò. La prima considerazione è quella che chiunque può scaricare e giocare su un...

    LEGGI
  • Ciao, È di poche ore fa la notizia di un maxi sequestro di beni nei confronti di soggetti collegati alle società in oggetto. Non mi dilungo in dettagli che potrete trovare in molti siti che fanno...

    LEGGI
  • Ciao, Avete mai sentito parlare dell'autoesclusione trasversale? Per molti potrebbe risultare un tema spinoso di cui parlare ma è comunque un argomento interessante di cui discutere. Le piattaforme...

    LEGGI

    Autoesclusione trasversale

    1 33
    20 giorni fa

Per favore oppure registrazione per pubblicare o commentare.

  • Ciao,

    Successivamente a una direttiva della comunità europea risalente a una decina di anni fa il nostro paese, come gli altri stati comunitari, hanno imposto il divieto di pubblicizzare siti di gioco d'azzardo con lo scopo di limitare le ludopatie.

    In realtà in Italia già nel 2012 con il decreto Balduzzi si erano gettate le basi per tenere il fenomeno del gioco sotto controllo. Tutela dei minori e chiarezza delle probabilità di vincita erano al centro di quel provvedimento che, a mio modo di vedere, era un buon punto di partenza.

    Purtroppo logica e ragionevolezza devono fare i conti con le esigenze dello stato di incassare denaro.

    È vero che il gioco non può essere pubblicizzato ma le notizie delle vincite importanti vengono diffuse liberamente sui media nazionali.

    "Vinto a Canicattí un gratta e vinci da 500000 euro". Di solito viene anche fatto il nome del tipo di emessione così che rimanga ben impressa in chi vede, ascolta o legge la notizia.

    Quindi in apparenza il cittadino non vede spot pubblicizzari sul gioco ma attraverso certe notizie riceve un messaggio molto più efficace e potente.

    Qualcuno obbietterà su fatto che comunque i gratta e vinci riportano sul retro le probabilità di vincita.

    Ma quanti le leggono e quanti le comprendono. E chi conosce il rapporto che c'è tra la raccolta e la formazione del montepremi. Come nel tempo lo stato ha aumentato la sua parte a discapito delle società di gioco, degli esercenti e soprattutto dei giocatori.

    Spero che l'argomento sia stimolante.

     

     

     

Feedback dei Membri

Inserisci il tuo commento.

attività lcb nelle ultime 24 ore

Messaggi più Visti del Forum

Casinista932
Casinista932 Italy 2 mesi fa
1

Ciao a tutti, Recentemente ho letto chea breve ci sarà un nuovo bando di gara per le concessioni del gioco in Italia da parte di Adm. Perlessitá e timori sono stati espressi da parte dei piccoli...
Nuovo bando concessioni gioco

Casinista932
Casinista932 Italy 2 mesi fa
1

Ciao, Qualche tempo fa avevosegnalato un problema riguardo l'argomento in oggetto. Gli unici casinò in cui poter fare versamentiall'interno dello shop sono "irregolari". ( sprovvisti di licenza ADM)...
Regole del negozio e sistema ricompense

Casinista932
Casinista932 Italy 20 giorni fa
1

Ciao, È di poche ore fa la notizia di un maxi sequestro di beni nei confronti di soggetti collegati alle società in oggetto. Non mi dilungo in dettagli che potrete trovare in molti siti che fanno...
Betaland ed Enjoybet: problemi in vista?